Notizie dagli istitutiFondazione Giorgio Amendola2-4 novembre Conferenza Internazionale – Esperienza Estetica: Prospettive Filosofiche, Psicologiche e Neuroscientifiche

2-4 novembre Conferenza Internazionale – Esperienza Estetica: Prospettive Filosofiche, Psicologiche e Neuroscientifiche

Esperienza Estetica: Prospettive Filosofiche, Psicologiche e Neuroscientifiche

Torino, Italia, 2-4 novembre 2023

Scadenza per le proposte: 31 luglio 2023

 

Il Brain Plasticity and Behaviour Changes (BIP) presso il Dipartimento di Psicologia dell’Università di Torino e la Fondazione Giorgio Amendola sono lieti di invitare a contribuire alla Seconda Conferenza Internazionale su Bellezza e Cambiamento, una conferenza internazionale e interdisciplinare di tre giorni che si terrà a Torino, Italia, dal 2 al 4 novembre 2023.

La conferenza fa seguito alla Prima Conferenza Internazionale su Bellezza e Cambiamento del 2022, che ha stabilito un forum interdisciplinare di grande successo per discutere i recenti progressi nell’estetica filosofica ed empirica. La conferenza di quest’anno sarà dedicata al tema “Esperienza Estetica: Prospettive Filosofiche, Psicologiche e Neuroscientifiche” e riunirà i principali studiosi dei tre campi della filosofia, della psicologia e della neuroscienza per rafforzare l’interesse interdisciplinare emergente intorno alla nozione di esperienza estetica.

Relatori invitati confermati:

Elvira Brattico (Aarhus University & University of Bari Aldo Moro)

Beatriz Calvo-Merino (City, University of London)

Ana Clemente (University of Barcelona)

Gregory Currie (University of York)

Marcos Nadal (University of the Balearic Islands)

Bence Nanay (University of Antwerp)

Sander Van de Cruys (University of Antwerp)

Johan Wagemans (KU Leuven)

Il tema

Negli ultimi anni c’è stato un aumento dell’attenzione nello studio interdisciplinare dell’estetica, con filosofi, psicologi e neuroscienziati che convergono su molti interessi comuni e nuovi obiettivi di ricerca. Da un lato, i filosofi stanno riscoprendo la vocazione originale dell’estetica come “scienza della conoscenza sensuale” e guardano con interesse crescente ai risultati delle scienze empiriche della mente. D’altro canto, gli psicologi stanno elaborando teorie che collegano l’esperienza estetica ad altri fenomeni psicologici di interesse generale come apprendimento, affetto, valenza, attenzione, motivazione, memoria, benessere e dinamiche dell’esperienza personale e subpersonale. Da un’altra prospettiva disciplinare, i neuroscienziati interessati allo studio dell’arte e dell’estetica hanno dato vita di recente al fiorente campo della neuroestetica, le cui ultime evoluzioni hanno abbandonato premesse eccessivamente riduzionistiche e stanno iniziando a offrire spunti sfumati su vari aspetti dei nostri incontri estetici.

La Seconda Conferenza Internazionale su Bellezza e Cambiamento mira a esaminare questo nuovo e in rapida crescita panorama interdisciplinare, affrontando i contrasti rimanenti tra prospettive teoriche

Dettagli sulla Seconda Conferenza Internazionale su Bellezza e Cambiamento sono disponibili a questa pagina.

 

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *