Notizie dagli istitutiFondazione Istituto Piemontese Antonio GramsciI pensieri lunghi. Forme e prospettive della partecipazione

I pensieri lunghi. Forme e prospettive della partecipazione

venerdì, 12 aprile

Diretta streaming sui canali Facebook e YouTube della Fondazione

Il convegno è realizzato grazie al contributo della Direzione Generale Educazione, ricerca e istituti culturali del Ministero della Cultura

Con l’espressione Pensieri lunghi, Enrico Berlinguer si riferiva a quell’insieme di idee e progetti politici di lungo periodo, in grado di far dialogare passato e presente. Berlinguer auspicava “una vera e propria rivoluzione copernicana nella concezione della politica”, promuovendo una maggiore inclusione dei giovani, delle donne e di tutti quei soggetti emarginati rimasti finora esclusi dal processo storico democratico. La sua idea era quella di costruire un sistema politico democratico a partire dal basso, attraverso la valorizzazione della cittadinanza attiva e la promozione di un pensiero critico universalmente distribuito.

Il convegno intende approfondire il tema della partecipazione a partire da una prospettiva storica e riferita all’esperienza specifica del PCI nel secondo dopoguerra, per passare a un’analisi della crisi delle forme tradizionali di partecipazione politica e arrivare a delineare possibili nuove forme per il futuro.

PROGRAMMA:
Ore 10.30: Apertura lavori

Saluti istituzionali:
Michela Favaro, Vicesindaca della Città di Torino
Gianguido Passoni, Presidente della Fondazione Istituto piemontese Antonio Gramsci

Introduzione:
Matteo D’AmbrosioI pensieri lunghi, un convegno e un progetto di ricerca

Prima sessione: La partecipazione politica nel PCI di Enrico Berlinguer

Modera: Francesca Chiarotto, Comitato scientifico Fondazione Istituto piemontese Antonio Gramsci

Relazione introduttiva:
Berlinguer e la modernità politicaSilvio Pons, Scuola Normale Superiore di Pisa, Fondazione Gramsci Roma

Interventi:
Militanti e vita di base del PciFiammetta Balestracci,  già Università di Torino
Dal Pci al PD. La sfida di una partecipazione nuovaMagda Negri, già Senatrice della Repubblica

Pausa pranzo

Ripresa dei lavori 14.30

Seconda sessione: Presente. Crisi della partecipazione politica

Modera: Michele Sferlinga, dottorando in Mutamento sociale e politico, Università degli studi di Firenze

Relazione introduttiva:
Dalla Prima repubblica alla politica on demand: com’è cambiata la partecipazione politicaLorenzo Pregliasco, Youtrend

Interventi:
Partecipazione dentro e fuori le istituzioniValentina Pazè, Università degli studi di Torino
Partecipazione politica e organizzazione socialeLoris Caruso, Università degli studi di Bergamo

Terza Sessione: Nuove prospettive della partecipazione

Modera: Andrea Aimar, Comitato scientifico della Fondazione Istituto piemontese Antonio Gramsci

Relazione introduttiva:
Radar: collaborazioni, conflitti, trasformazioniBertram Niessen, cheFare – Agenzia di trasformazione culturale

Interventi:
I ‘mini-public’: partecipazione e deliberazione nei processi di costruzione delle politiche pubblicheStefania Ravazzi, Università degli studi di Torino, Comitato scientifico della Fondazione
No Negotiation without Participation. Mutualismo e luoghi di produzioneLeonard Mazzone, Università degli studi di Firenze

Conclusioni a cura di Jacopo Rosatelli, Assessore al Welfare, Diritti e Pari Opportunità della Città di Torino

 

Ingresso libero con prenotazione qui

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *