Fondazione Museo storico del Trentino

a Fondazione Museo storico del Trentino è un istituto di ricerca, formazione, conservazione e divulgazione della storia e della memoria della città di Trento, del Trentino e dell’area corrispondente al Tirolo storico. Costituita nel novembre 2007 come ente strumentale della Provincia autonoma di Trento, la Fondazione poggia su una storia centenaria, iniziata nel 1923 con la creazione del Museo trentino del Risorgimento, poi diventato nel 1945 Museo del Risorgimento e della lotta per la libertà e rinominato nel 1995 Museo storico in Trento.

La Fondazione oggi svolge attività di ricerca nell’ambito della storia della città, dello studio del paesaggio, della storia economica e del lavoro, della storia della politica, della sociologia della cultura, della storia orale. 

La raccolta di documentazione archivistica, libraria, nonché di cimeli e oggetti storico-artistici copre un arco cronologico dal XIV e fino al XXI secolo (Fondi e collezioni – Fondazione Museo storico del Trentino). L’archivio storico misura 1.000 metri lineari: contiene 157 fondi di persone, famiglie, associazioni legate al Trentino. Tra questi: l’archivio della famiglia di Cesare Battisti, il fondo dello psichiatra e “pioniere” Beppino Disertori, gli archivi delle sezioni locali di alcuni partiti politici (PCI, PSI, DP) e di esponenti della sinistra extraparlamentare, una parte dell’archivio di Piero Calamandrei, i fondi di associazioni attive sul territorio provinciale tra Otto e Novecento soprattutto in ambito irredentistico, l’epistolario di 150.000 lettere di fan a Gigliola Cinquetti. Si aggiungono le raccolte fotografiche e iconografiche per un numero complessivo di circa 35.000 fotografie, 2.000 lastre, negativi e diapositive, 8.000 cartoline e 3.500 pezzi tra manifesti, stampe, tabelloni didattici, carte geografiche. Accanto a questi beni storici più tradizionali si conservano anche le “nuove” fonti della storia: i materiali filmici, audiovisivi e digitali sono composti da migliaia di dischi, più di 15.000 nastri magnetici, 3.000 pellicole amatoriali, 2.000 video-interviste a testimoni della storia. Questo ricco e variegato patrimonio è alla base non solo della ricerca scientifica ma di tutte le attività della Fondazione, anche quelle divulgative e formative, e crea un legame forte con il territorio, restituendo anche alla comunità le sue memorie ed esperienze di vita (Archivio storico del 900 Trentino – Home (museostorico.it)).

La Fondazione è anche una rete museale che gestisce diversi spazi espositivi sul territorio: Le Gallerie (due ex tunnel stradali riconvertiti in hub culturale), il Museo dell’aeronautica Gianni Caproni, il Forte di Cadine, lo Spazio De Gasperi, tutti con sede a Trento. La Fondazione ha una sua biblioteca aperta al pubblico e una casa editrice; cura una rivista scientifica (Archivio trentino) e un magazine online sulla comunicazione della storia (HistoryLabMagazine – Fondazione Museo Storico del Trentino); produce contenuti video e documentari storici e trasmette sei ore di palinsesto giornaliero sul canale 12 provinciale (History Lab Live). L’area educativa propone percorsi, visite guidate, approfondimenti per classi di ogni ordine e grado, corsi di aggiornamento per insegnanti, eventi per famiglie e attività di formazione permanente.

Presidente: Giorgio Postal

Sede: via Torre d’Augusto 35 – via Tommaso Gar 29 (Trento)
Data:
Regione:
a

Indirizzo: Via della Dogana Vecchia 5 – 00186, Roma

Telefono: +39 06.6879953 / Fax: +39. 06 68307516

Mail: segreteria@aici.it

Webmaster: supporto@aici.it