Fondazione San Bonaventura

La Fondazione San Bonaventura nasce nel 2022 a seguito della riforma del Terzo settore e del passaggio da Associazione onlus, attiva dal 2014, a Fondazione ETS. Svolge azioni di gestione, valorizzazione e promozione dei Beni Culturali con particolare attenzione ai beni librari, documentari e archivistici e al recupero di giacimenti culturali spesso destinati all’oblio.

Gestisce per conto dei Frati minori conventuali la “Biblioteca Fra Landolfo Caracciolo”, ospitata nell’antico Complesso Monumentale di San Lorenzo Maggiore di Napoli, e ha al suo attivo collaborazioni nello stesso campo con importanti enti religiosi e laici di area campana, laziale, abruzzese, siciliana e calabrese.  

Promuove attività di formazione continua, rivolta a tutti gli operatori, attraverso corsi di arricchimento professionale sulle tradizionali procedure di catalogazione e inventariazione, nonché sulle nuove strategie di valorizzazione e comunicazione del patrimonio bibliografico, documentario o museale. È del 2023 l’avvio di “Campaniaflix”, azione destinata alla realizzazione di quattro mini serie che accompagnano lo spettatore alla scoperta delle testimonianze culturali di ambito ecclesiastico della regione Campania. 

In questo settore, la Fondazione sostiene anche iniziative volte alla digitalizzazione, all’allestimento di mostre multimediali e alla realizzazione di app per la fruizione avanzata del patrimonio culturale anche da parte dei più giovani. Rientrano in questo disegno il progetto “Bibliobike Tour”, evento itinerante che coinvolge bambini e ragazzi con letture teatralizzate e attività ludico-educative, e l’iniziativa “BiblioAfrica”, destinata alla creazione di biblioteche digitali e di punti di libero accesso in alcuni paesi africani.   

Nel corso degli anni, e grazie alle competenze acquisite, la Fondazione San Bonaventura ha travalicato i propri confini dedicando una parte importante del proprio lavoro alla ricerca e all’organizzazione di eventi nel campo della biblioteconomia, dell’archivistica, della museologia e della paleografia. Sono due i progetti permanenti, di interesse nazionale e internazionale, che si sviluppano nel solco di questa vocazione. Il primo, denominato “SBAM. San Bonaventura Biblioteche, Archivi, Musei”, nasce come occasione di incontro annuale per il mondo degli operatori dei Beni Culturali con lo scopo di condividere esperienze, buone pratiche, problematiche, soluzioni e iniziative di promozione culturale. Il secondo, intitolato “SCRIPTVRA. Luoghi, forme e funzioni della scrittura”, ha lo scopo di offrire spazi di riflessione interdisciplinare (convegni, seminari, workshop, corsi) su temi connessi alle forme, ai luoghi, alla diffusione o alla produzione delle scritture di ogni tipo e ambito cronologico.

Quale ulteriore incoraggiamento alle attività di ricerca, promozione e valorizzazione, la Fondazione San Bonaventura favorisce, inoltre, ogni tipo di pubblicazione a stampa o in altra forma attraverso le sue due sedi editoriali, “San Bonaventura” e “Biblioteca Sant’Antonio”.  

Sede: Via dei Tribunali, 316 80138 Napoli
Tel: 331.5736657
Data:
Regione: